FORMAZIONE RICERCA IN PSICOTERAPIA AUTOGENA 

Training Autogeno per bambini

Molto spesso osserviamo nei bambini fenomeni come: disturbi nella concentrazione (discontinuità, svagatezza, distrazione, smemoratezza), difficoltà nell’apprendimento scolastico, disturbi intestinali a causa di problemi emotivi.

Il TRAINING AUTOGENO PER BAMBINI è una tecnica che può essere utile per: stimolare e rafforzare le attitudini naturali, le qualità intellettive e le qualità interiori dei bambini psichicamente sani.

Qui di seguito un’esemplificazione dei primi tre esercizi del Training Autogeno:

  • Esercizio dell’atteggiamento di calma
    L’esercizio inizia come gioco preliminare di movimento, viaggio con la fantasia attraverso il corpo oppure tramite la modalità del disegno, in seguito si fanno distendere i bambini e l’operatore pronuncia la frase specifica per favorire la distensione e il bambino la ripete mentalmente 5-7 volte.
  • Esercizio dell’esperienza della pesantezza
    L’esercizio inizia con dei giochi che prevedano il sentirsi pesante, in seguito vengono avviate delle letture che rappresentano sensazioni o immagini di pesantezza, l’operatore pronuncerà quindi la formula specifica che il bambino ripeterà.
  • Esercizio dell’esperienza del calore
    L’esercizio ha inizio con dei racconti inerenti a un calore piacevole (sole, mare, spiaggia) mirati a portare il bambino in queste sensazioni, successivamente il bambino ripeterà mentalmente la frase specifica formulata dall’operatore.

Il T.A. risulta utile nelle diverse esperienze scolastiche ed evolutive dal bambino della scuola materna fino all’adolescente, infatti è possibile:

  • Ridurre lo stress scolastico e la paura di fallimenti, in particolare è possibile rimuovere: agitazione e nervosismo (rosicchiarsi le unghie, arrossire, non riuscire a star fermi, ecc.), incubi e sogni d’angoscia ricorrenti.
  • Elaborare eventuali problemi come: la nascita di un fratellino, i litigi con i compagni di gioco, la timidezza verso gli adulti, reazioni esagerate di rabbia ed aggressività, mancanza di fiducia in sé stessi e comportamenti errati diventati abituali.
  • Eliminare eventuali disturbi del linguaggio come il balbettio, la pronuncia blesa fortemente accentuata (sostituzione o soppressione di alcune consonanti: s, r, l), la voce nasale o la perdita di alcune sillabe.
  • Eliminare i disturbi del sonno ed enuresi notturna.
  • Eliminare i disturbi psicosomatici (bronchite, tosse nervosa, asma, bruxismo, stipsi o diarrea).

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la politica sui cookie di Progetto Divenire.